Ottobre 31, 2020

Sofferenza e spregiudicatezza: Cagliari, buon pari all’esordio_di Marco Zucca

Il primo giorno di scuola non è mai semplice anche per il migliore tra gli studenti: per il Cagliari, rimandato lo scorso campionato dopo un avvio da voti altissimi e un finale quasi da bocciatura, sono stati necessari quarantacinque minuti di rodaggio per uscire dalla tana e provare ad impensierire un Sassuolo che ormai gioca a memoria. 

La compagine di De Zerbi rappresentava uno dei clienti più complessi da affrontare, ma i rossoblù guidati da Di Francesco ieri sera al Mapei Stadium hanno saputo soffrire (probabilmente più del dovuto) prima di affacciarsi con pericolosità nella metà campo dei padroni di casa.

Squadra multiculturale, quella sarda, con ben 8 stranieri tra i titolari e appena 3 italiani (Cragno, Faragò e Caligara, per poi vedere nella ripresa gli esordi di Zappa, Sottil e Tripaldelli), ha visto alcuni interpreti ai quali servirà ancora tempo per prendere confidenza con la Serie A e mostrare veramente di che pasta sono fatti: Marin, ad esempio, è parso un pesce fuor d’acqua ed è francamente presto per affidargli le chiavi del centrocampo.

C’è invece chi sembra non aver interrotto il discorso con lo scorso campionato: Nandez, riportato a gara in corso sulla linea mediana, ha orchestrato il contropiede che ha condotto al vantaggio di Simeone, e ha servito quest’ultimo leggermente in ritardo, vanificando il gol del possibile raddoppio. Joao Pedro ha crossato al bacio per il figlio d’arte, e proprio il Cholito ha risposto presente sin dalla prima giornata: se l’antipasto è questo, il giovane fresco di convocazione con l’Argentina potrà togliersi belle soddisfazioni. 

Il resto è un cantiere che il mister si augura possa regalare una struttura imponente: fondamenta solide e decorazioni di qualità che possano far fare al Cagliari il tanto agognato salto di qualità. Quello che ci si attendeva nella stagione del Centenario, ma meglio tardi che mai.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *