Maggio 23, 2022

Schubert XXXIV/Schubert sciatore_di Attilio Gatto e Stefania Morgante

Illustrazione di Stefania Morgante

Schubert va in montagna. Non ha mai sciato in vita sua, ma si getta nella mischia. Non ha paura di niente e sembra gli vada bene. Meno fortunato quel gruppo di tedeschi centrato in pieno dal nostro eroe. I tedeschi cadono come birilli, Schubert ne esce alla grande, veloce e quasi danzante.

La pista superfluida lo aiuta a nascondere l’estrema carenza di stile. Non sa sciare, ma non si vede. Lui naturalmente è convinto di essere un campione, talmente dotato da non aver bisogno di maestri. E allora non gli bastano le regole tradizionali. Schubert vuol fare di più. Discesa con gli sci perpendicolari alla pista.

Posizione impossibile, ma anche questa volta ne esce indenne. Non esce indenne però dalla vendetta della folla di sciatori, vittime della pazza corsa. Giù botte senza soluzione di continuità. Così finisce l’avventura di Schubert sulla neve, le allegre scorribande del principe degli sciatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *