Maggio 19, 2024

Amsicora e Juventus: cosa hanno in comune_di Vanni Loriga

0

Una è la “fidanzata d’Italia”, l’altra potrebbe essere definita “la madre di tutto lo sport sardo”. La prima ha un nome latino, la seconda si fregia di una denominazione sardo-punica.

L’Amsicora Hockey Campione d’Italia nel 1961 –

Entrambe hanno festeggiato il primo secolo di vita, essendo coetanee della classe 1897.

La prima, come tutti avranno capito, è lo Juventus Football Club, che pertanto dovrebbe essere di genere maschile e che invece tutti declinano al femminile; la seconda è l’Amsicora, nata come Società Ginnastica e che pertanto viene esattamente indicata al genere femminile.

Entrambe le società, oltre alla stessa anzianità di servizio, hanno le radici in quello che era il vecchio Regno di Sardegna, per il resto si differenziano assai.

La Juventus ha praticato solo e sempre calcio; l’Amsicora praticamente tutti gli sport. La prima fu fondata da studenti che si riunirono attorno ad una panchina di Corso Re Umberto a Torino; la seconda nel retrobottega di una macelleria di Cagliari a via Cavour, prima di essere ospitata in una palestra sul Colle di Bonaria, ricavata in una stanzetta del convento dei frati (che da una certa ora in poi cedevano il posto ai ginnasti). Poi successivi trasferimenti in via Roma, in via Principe Amedeo, in via Lanusei, in viale Bonaria per approdare definitivamente a Ponte Vittorio, dove un bagno penale era stato dismesso e posto in vendita.

Il presidente Giulio Costa con 11.600 lire si assicurò il vecchio carcere di San Bartolomeo: i soldi furono raccolti con azionariato popolare, prezzo di base lire 50. Nacque così lo stadio Amsicora in cui il Cagliari calcio conquistò l’unico scudetto della sua storia.

Ginnaste dell’Amsicora – 1921

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *