Giugno 7, 2023

Giuseppina Maimone, il cui nome spirituale è Siri OM, ci racconta lo yoga_ acura di Simonetta Columbu

“Essere luminosi nei pensieri e negli atti, essere in pace con il nostro vivere, senza desiderare questa o quella cosa, imparare a conoscersi e ad agire nel movimento della vita, queste sono le regole di vita che propone lo Yoga.”
Yoga Sutra

Quali sono i benefici dello yoga?

I benefici dello Yoga sono molti. Yoga è la via che guida l’essere umano a scoprire il suo potenziale, a risvegliare quella vitalità che risiede nel corpo e che dal corpo ci permette di elevare la nostra consapevolezza, portando così luce nelle nostre vite. Come puoi ben capire, lo Yoga è un viaggio meraviglioso per chi desidera conoscere sé stesso e migliorare la propria qualità di vita, su tutti i piani dell’esistenza: fisico-emotivo-mentale e spirituale.

Corpo e mente: qual è il rapporto?

C’è un legame inseparabile tra Corpo e Mente. Quando pensiamo che esiste una separazione tra i due, il corpo si ammala e la mente prende il sopravvento. La mente va rieducata a percepire più interiormente il corpo. Non è immediato e semplice riuscire in questo, dal momento in cui viviamo in una società che ci abitua a pensare al corpo solo nella sua esteriorità. Siamo avvezzi a prenderci cura del nostro aspetto, ma trascuriamo le disarmonie che il corpo ci rivela, finché un giorno, stanco di non essere ascoltato, reclama la nostra attenzione. Il corpo ha bisogno di respiro per esprimere la sua grazia e la sua verità e la mente, in questo, gioca un ruolo fondamentale: se da un lato può diventare il nostro peggiore nemico, dall’altro, se disciplinata all’ascolto e al silenzio, ci permette di entrare in un processo di interiorizzazione che conosciamo come Yoga e meditazione, che ci conduce alla pace e al benessere. È solo attraverso l’unione di Corpo e Mente che possiamo compiere il nostro cammino verso l’armonia.

I chakra:

I chakra sono le ruote della vita, punti massimi di energia che sul piano sottile rappresentano i vari livelli della coscienza. Secondo le antiche scritture sono molti i chakra che costituiscono la struttura energetica del corpo, ma sette sono i principali. Parlare di ognuno dei chakra sarebbe complesso, ma è affascinante sapere che sono situati lungo la nostra spina dorsale. È una descrizione indicativa, essendo elementi dell’energia sottile non possiamo osservarli come punti materiali, ma di fatto la colonna vertebrale è la sede centrale del nostro lavoro. Ognuno di noi assume comportamenti differenti nella propria vita che riflettono lo stato energetico dei chakra, per questo riequilibrarli ci permette di migliorare il nostro modo di vivere e di percepire il mondo. Ad esempio, un buon lavoro sul primo chakra ci dona forza, un senso di radicamento e stabilità che ci aiuta ad affrontare con coraggio e fiducia le sfide della vita.

La respirazione nello yoga:

Il respiro è la più elementare delle connessioni con la vita. Respirare significa fluire con la vita, non opporle resistenza. La principale finalità delle pratiche yogiche di respirazione è quella di stabilire un ritmo nel nostro respiro che sia regolare e fluido. Riuscire a mantenere questa capacità nel quotidiano ci dà calma, centralità e ci permette di accogliere le esperienze della vita con apertura. Nei primi periodi della pratica ci accorgiamo di quanto non riusciamo a respirare liberamente e questo ci spaventa. Da bambini respiriamo con quel genere di libertà completa perché siamo ancora innocenti e senza paure, ma man mano che cresciamo gli altri con le sfide della vita ci fanno inconsciamente chiudere, e lo fanno soprattutto riducendo l’ampiezza del nostro respiro. Ritornare al respiro naturale è essenziale per vincere le nostre paure!

Quanti tipi di yoga esistono?

Esistono molti tipi di Yoga. Ed è bello che ognuno possa scoprire quello che più sente vicino a sé, al proprio modo di essere. Ma personalmente penso che ciò che sia importante è non spogliare lo Yoga della sua essenza. È necessario che questa disciplina rimanga pura nei suoi insegnamenti antichi e che non venga venduta per qualcosa che non è.

Perché hai scelto la pratica YOGADHARMA?

Il mio incontro con la pratica Yogadharma è avvenuto molti anni fa ed è stato amore a prima vista. Da quel momento non ho sentito il bisogno di sperimentare altro. Yogadharma è lo Yoga delle origini, un cammino integrale che si rifà alla tradizione pura dello Yoga. Poi Yogadharma non è solo una scuola ma una realtà bellissima che ha fatto dello Yoga una filosofia di vita, che s’impegna quotidianamente per rendere migliore il mondo in cui viviamo. È uno Spazio fisico, come i vari centri Yoga, ma anche interiore… dove tante anime di luce si dedicano giornalmente per portare messaggi di pace e di consapevolezza.

Sei anche vegetariana, come mai questa scelta?

È avvenuto spontaneamente. In un periodo della mia vita molto doloroso ho sentito dentro di me la sofferenza che gli animali provano nell’essere uccisi e anche nel vivere in condizioni molto tristi. Credo che quando l’essere umano sarà pronto ad accogliere ed abbracciare il proprio dolore sarà naturale provare empatia per gli altri esseri viventi. Provo tuttavia rispetto per chi sceglie di mangiare la carne e trovo altrettanto ingiusto accanirci gli uni con gli altri per le nostre diverse scelte di vita. Superare ogni giudizio è la strada per aprirci a nuove possibilità.

Se volessi consigliare qualcosa ai nostri lettori, lasciare loro una frase… cosa diresti?

Consiglierei di non accontentarsi, di ricercare la bellezza che si cela nelle cose, di credere fortemente che è un nostro diritto quello di essere felici e di costruire la pace. “Sii te stesso il cambiamento che vuoi vedere nel mondo“ Ghandi.

Grazie Siri OM!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.