Ottobre 25, 2021

Nasce il MULAG, Museo della Laguna di Santa Gilla

Il Museo è stato realizzato dal progetto strategico “GRITACCESS”, finanziato dal Programma Operativo Interreg Italia-Francia “Marittimo” 2014-2020, che è frutto della collaborazione dei 14 partner appartenenti alle 5 regioni dell’area transfrontaliera, la maggior parte dei quali ha già collaborato in occasione della precedente programmazione nell’ambito di progetti come Accessit, Iterr Cost, For Access, Itinera Romanica e Bonesprit.

La Regione Sardegna – Direzione Generale Enti locali e Finanze, in qualità di partner del progetto strategico Gritaccess ha individuato il Comune di Capoterra quale soggetto attuatore per la realizzazione del Museo della laguna di Santa Gilla – Mulag.

Il Mulag sviluppa tre macrotemi della laguna: le genti, il paesaggio e gli habitat. I visitatori potranno vivere delle esperienze museali attive, scoprire i segreti del sale, andare alla scoperta della flora, della fauna e delle genti che vivono il territorio. La tecnologia all’interno del Museo è una valida alleata per scoprire le meraviglie di un ambiente così particolare.

Il Museo è frutto della collaborazione di differenti figure professionali che hanno creato uno staff multidisciplinare in grado di affrontare i diversi aspetti delle realizzazioni del Museo. Il design e la struttura delle sale è stato pensato e progettato dall’architetto Stefano Lecca, le componenti e i contenuti multimediali sono stati realizzati dalla società Symtec, lo staff di Ecoistituto Mediterraneo ha invece curato i contenuti tecnici e scientifici di tutto il Museo.

Il Museo della Laguna vuole essere qualcosa di più di un Museo: si pone come obiettivo di essere un centro di interpretazione attiva del territorio capace di stimolare la conoscenza con l’obiettivo di educare e raccontare una delle aree umide più importanti d’Europa oltre che essere un’occasione concreta di sviluppo locale. Per ulteriori informazioni potete contattare i referenti del Mulag alla mail info@ceassantagilla.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *