Giugno 19, 2024

Generazione di giganti anche nella vita_di Nando Mura

0

Il mio libro “Il Basket Sardo Racconta – A Canestro dal 1924” (edito dalla Gia di Giorgio Ariu) esce non a caso proprio mentre il popolo della pallacanestro cagliaritana festeggia il cinquantenario della storica vittoria del Brill sulla Grande Ignis all’epoca campione d’Italia, d’Europa e del Mondo, avvenuta il 4 marzo del 1973.

Alla presentazione del libro, nella accogliente palestra dell’Esperia, c’erano tanti protagonisti di quella epoca rimasta finora unica e irripetibile: una intera generazione di ormai ex cestisti che hanno poi avuto un ruolo molto importante nel tessuto sociale della nostra città. Medici, docenti, avvocati, ingegneri, imprenditori: tutti di alto livello professione che hanno contribuito a rendere migliore nei rispettivi campi la nostra città.

È questa la magìa, per quel che riguarda Cagliari (perché nel libro si parla tanto anche dei trionfi della Dinamo Sassari): quella generazione di teen-ager è cresciuta tanto grazie anche a quel successo, che non aveva avuto solo un significato sportivo. Ma anche di costume: a tanti di noi (io all’epoca ero con Beppe Muscas uno degli addetti allo scout coordinati da Franco Carpineti) quella vittoria aveva insegnato che nello sport e poi anche nella vita nessun traguardo è impossibile.

Ma nel “Basket Sardo Racconta” ho voluto soprattutto riportare aneddoti e curiosità, spigolature, stranezze, arricchite dalle caricature di Renato Figari: un libro di storie e non di storia. Perché la storia talvolta è noiosa e retorica: le storie no, sono divertenti e dissacranti, simpatiche e talvolta anche politicamente scorrette. Ma sono il succo della nostra esistenza quotidiana: migliore grazie a qualche canestro in più.

Fotografie di Andrea Chiaramida

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *